Lombalgia Idiopatica, l’uomo è un bipede imperfetto

Secondo la teoria filo-genetica, L’UOMO E’ UN BIPEDE IMPERFETTO.

Il nostro rachide non sarebbe ancora “maturo” per sopportare e gestire il bipedismo, inoltre un bipedismo moderno e molto sedentario.

La posizione eretta, assunta dall’uomo più di cinque milioni di anni fa, non solo ha segnato una differenza rispetto agli altri animali ma ha anche dato inizio ai disturbi della schiena che da allora lo affliggono.
Come testimonia il più antico testo di chirurgia giunto ai nostri giorni, il papiro egizio di Edwin Smith del XVII secolo a.C., il mal di schiena non è infatti un problema nuovo.

Questo non vuole assolutamente dire che dobbiamo arrenderci a tale situazione ma che altresì dobbiamo esserne consapevoli e fare tutto quello che è in nostro potere per evolvere senza soffrire troppo!

“Lombalgia Idiopatica”, Sapete cosa significa?

“Lombalgia”: dolore della regione lombare del rachide.

“Idiopatica”: del quale non si conosce bene la causa.

Quindi: “Dolore della regione lombare del quale non si conosce la causa“.

L’argomento è ben noto a molti di noi dato che statisticamente l’80% della popolazione soffre infatti almeno una volta nella vita di lombalgia e in Italia colpisce circa 15 milioni di persone e risulta la 1° causa di disabilità sotto i 45 anni e la seconda causa di invalidità permanente.

Le cause più comuni della lombalgia senza cause
 conosciute, secondo alcune valutazioni, sono *480 le possibili combinazioni di patologie muscolari, ossee o al sistema nervoso a causare il mal di schiena.

Questo ci potrebbe fare RIFLETTERE, dato che non si conoscono le cause, quindi nessun esame diagnostico o test medico ne spiega l’origine, quali possono essere le soluzioni più indicate?

A ognuno la propria soluzione potrei considerare, in base alla *particolarità del problema, allo stile di vita e alle preferenze e la competenza riguardo le attività che dovrò svolgere per contrastare tale condizione.

Di sicura e ormai assodata importanza saranno:

– la valutazione e la gestione dell’ERGONOMIA nel quotidiano compresa quella delle postazioni di lavoro e di riposo/sonno;

– la valutazioni della POSTURA ed eventuali correzioni, le forze esercitate sul rachide dalla posizione statico dinamica delle varie parti del nostro corpo sono continuamente presenti sulle strutture stesse, come e per influenza della forza di gravità.

– la valutazione e l’eventuale CORREZIONE DELLO STILE DI VITA, dato che addome prominente, ipo-tonicità, scompensi e disequilibri muscolo-fasciali, sedentarietà, sovrappeso, disidratazione, tabagismo, carenze alimentari (purtroppo siamo circondati da alimenti che ci saziano ma non ci nutrono), alcol, stress e depressione, possono influenzare negativamente, sia meccanicamente che fisiologicamente, lo stato di salute della nostra schiena.

– lo svolgimento di ATTIVITÀ DI STABILIZZAZIONE E SCARICO DEL RACHIDE, svolte in acqua o meno (dato che il nuoto non è sempre indicato ed efficace per migliorare e contrastare tale condizione), sicuramente ben eseguite, all’interno di protocolli adatti e più personalizzati possibile, sotto la supervisione di personale qualificato, preparato e mi verrebbe da suggerire appassionato. In realtà ogni attività specifica, anche la più diffusa, consigliata o di moda, può avere effetti positivi, mediocri o addirittura negativi.

– lo svolgimento di ATTIVITÀ’ FISICA ben dosata e consigliata, adatta alle proprie caratteristiche, esperienze e passioni, risulta condizione fondamentale per la gestione e il controllo di tutti i fattori sovraesposti.

Un unico spassionato CONSIGLIO: se già non lo avete fatto, e magari soffrite anche sporadicamente (lombalgia idiopatica intermittente) di mal di schiena, mettete in pratica il quanto prima almeno una, più o tutte le strategie suggerite.

In più fate uso di farmaci (anche di libera vendita) solo se necessari per la fase acuta, sotto consiglio medico, dopodichè ATTIVATEVI ed EVOLVETE.

 

David Bertoli,

Personal trainer a Faenza.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo sui social
Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Leggi anche...

Indice Glicemico VS Carico Glicemico.

Indice Glicemico VS Carico Glicemico. Che cos’è l’indice glicemico (IG) di un alimento? David Bertoli Personal Master Trainer – Online Coach –Nutritional Sport Consultant – Lifestyle & Wellness Coach – Health Coach. L’indice glicemico è un parametro elaborato agli inizi degli anni ’80 dal prof. Jenkins dell’Università di Toronto che classifica

Online Coaching & Personal Training

Online Personal Coaching & Personal Training David Bertoli Personal Master Trainer – Online Coach –Nutritional Sport Consultant – Lifestyle & Wellness Coach – Health Coach. Se cerchi una figura esperta, affidabile e competente, che possa aiutarti e supportarti anche a distanza per migliorarti sotto più punti di vista, questo è il servizio

La Quercitina, importante polifenolo utile per articolazioni, supporto antiossidante, antinfiammatorio organico e intestinale.

La Quercitina. David Bertoli Personal Master Trainer Faenza – Nutritional Sport Consultant – Lifestyle & Wellness Coach – Health Coach. La quercitina è un polifenolo appartenente alla classe dei bioflavonoidi, abbondantemente presente in natura in numerose fonti di origine vegetale. E’ una molecola nutraceutica presente in diversi alimenti come il

Scroll to Top