Il Girovita come indicatore del fattore di rischio cardiovascolare

CONDIZIONI DI RISCHIO CARDIOVASCOLARE E STILI DI VITA

Definizioni:

Ipertensione: pressione arteriosa sistolica ≥140 o diastolica ≥90 mmHg o trattamento specifico.

Ipercolesterolemia: colesterolemia ≥240 mg/dl o trattamento specifico.

Colesterolemia – HDL bassa: ≤40 mg/dl negli uomini e ≤50 mg/dl nelle donne.

Colesterolemia – LDL elevata: ≥115mg/dl.

Ipertrigliceridemia: trigliceridemia ≥150 mg/dl.

Iperglicemia: glicemia a digiuno compresa tra 110 e 125 mg/dl.

Diabete: glicemia a digiuno ≥126 mg/dl o trattamento specifico.

Sindrome metabolica: presenza di tre o più delle seguenti condizioni:

Obesità addominale (circonferenza vita ≥102 cm negli uomini e ≥88 cm nelle donne);

Alterata regolazione della glicemia (glicemia a digiuno ≥110 mg/dl) o pregressa diagnosi di diabete;

Trigliceridemia elevata (≥150 mg/dl);

Colesterolemia – HDL bassa (≤40 mg/dl negli uomini e ≤50 mg/dl nelle donne);

Pressione arteriosa elevata (≥130/85 mmHg) o in trattamento antipertensivo.

Abitudine al fumo: viene considerato fumatore chi fuma anche solo una sigaretta al giorno, a settimana o al mese; sono rispettivamente considerate “mai fumatori” ed “ex fumatori” quelle persone che non hanno mai fumato o che hanno smesso di fumare da almeno un anno.

Sovrappeso: indice di massa corporea (IMC) 25,0-29,9 Kg/m².

Obesità: indice di massa corporea (IMC) ≥ 30 Kg/m².

Adiposità addominale:

– Circonferenza vita ≥102 cm negli uomini e ≥88 cm nelle donne (misurazione considerata per descrivere l’adiposità addominale nelle indagini OEC);

oppure

– Rapporto vita/fianchi ≥0,95 negli uomini e ≥0,85 nelle donne.

Sedentarietà: descrive la sedentarietà nel tempo libero e nell’attività lavorativa.

Rischio cardiovascolare globale assoluto: probabilità di essere colpiti da un evento fatale o non fatale coronarico o cerebrovascolare nei successivi 10 anni. È costruito sulla base di otto fattori di rischio (età, sesso, abitudine al fumo, diabete, colesterolemia totale e HDL, pressione sistolica, terapia antipertensiva). E’ calcolabile negli individui di età compresa tra 35 e 69 anni esenti da precedente evento cardiovascolare.

Fonte: Cnesps – Istituto Superiore di Sanità

E’ ormai noto che una giusta e ben dosata quota di attività fisica sono il primo strumento per contrastare efficacemente ogni fattore di rischio.

David Bertoli Personal Master Trainer – Online Coach –Nutritional Sport Consultant – Lifestyle & Wellness Coach – Health Coach.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo sui social
Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Leggi anche...

Indice Glicemico VS Carico Glicemico.

Indice Glicemico VS Carico Glicemico. Che cos’è l’indice glicemico (IG) di un alimento? David Bertoli Personal Master Trainer – Online Coach –Nutritional Sport Consultant – Lifestyle & Wellness Coach – Health Coach. L’indice glicemico è un parametro elaborato agli inizi degli anni ’80 dal prof. Jenkins dell’Università di Toronto che classifica

Online Coaching & Personal Training

Online Personal Coaching & Personal Training David Bertoli Personal Master Trainer – Online Coach –Nutritional Sport Consultant – Lifestyle & Wellness Coach – Health Coach. Se cerchi una figura esperta, affidabile e competente, che possa aiutarti e supportarti anche a distanza per migliorarti sotto più punti di vista, questo è il servizio

La Quercitina, importante polifenolo utile per articolazioni, supporto antiossidante, antinfiammatorio organico e intestinale.

La Quercitina. David Bertoli Personal Master Trainer Faenza – Nutritional Sport Consultant – Lifestyle & Wellness Coach – Health Coach. La quercitina è un polifenolo appartenente alla classe dei bioflavonoidi, abbondantemente presente in natura in numerose fonti di origine vegetale. E’ una molecola nutraceutica presente in diversi alimenti come il

Scroll to Top