Allenamento e Secrezioni Ormonali

LE SECREZIONI ORMONALI DURANTE L’ESERCIZIO FISICO.

David Bertoli Personal Master Trainer – Online Coach –Nutritional Sport Consultant – Lifestyle & Wellness Coach – Health Coach.

Cosa accade durante l’allenamento?

Il nostro apparato ormonale reagisce ad agenti e fattori stressanti e l’allenamento fisico, come già anticipato, nelle sue svariate forme e interpretazioni, rappresenta proprio uno di questi fattori.

Attività aerobica e reazioni ormonali

Per attività aerobica a bassa intensità (65/70% della f.c.max) si determina la seguente sequenza escretiva:

– da 0 a 4 minuti: adrenalina, noradrenalina, dopamina

– da 4 a 12 minuti: corticosteroidi, surrenali, ACTH

– da 12 a 20 minuti: glucagone, T3-Triiiodotironina (inizio della lipolisi)

– da 20 a 180 minuti: GH, TSH, prolattina, dopamina, endorfine (inizio della Sindrome da Dipendenza da Attività)

– Da 180 a esaurimento delle capacità: ammoniaca, serotonina, GABA, endorfine (accelerato catabolismo proteico)

Attività anaerobica e reazioni ormonali 

Per allenamenti anaerobici ad alta intensità (es. con pesi), abbiamo alla fine dell’allenamento, prevalentemente le seguenti peculiari risposte:

– aumento prevalente del Testosterone, soprattutto se si seguono lunghi recuperi tra le serie (120’’+)

– aumento prevalente del GH, soprattutto se si seguono brevi recuperi tra le serie (40/60’’)

Questi ormoni prevalgono comunque sulla secrezione di Cortisolo che segue gli stimoli che costituiscono gli allenamenti intensi.

Eseguendo attività anaerobiche intense:

– dopo i primi 5 minuti si nota un brusco incremento di Adrenalina e Dopamina

– se l’allenamento si protrae per 60/90 minuti, avviene la secrezione di Endorfine (Morfine endogene).

– In base alla durata e all’intensità dell’allenamento si può verificare anche un’importante incremento della secrezione di cortisolo, prolattina e ACTH, tipica della fase catabolica, nella quale atleti che hanno come obiettivo il miglioramento della componente estetica e ipertrofica, non vogliono mai entrare.

Questi valori possono essere comunque contenuti entro impegni organici dell’80% del Vo2max e oltre questo valore i picchi degli ormoni antinfiammatori, riparatori ma catabolici, sono molto elevati.

Considerazioni

Oltre un certo limite quindi, definito per lo più da fattori quali intensità, durata e frequenza, l’attività fisica può produrre e tradursi in condizioni adattative svantaggiose e come in molte condizioni o situazioni può accadere, uno stimolo che inizialmente ha effetti psicofisici positivi (eustress) ,se non correttamente gestito, può portare a situazioni e reazioni psicofisiche negative (distress).

Ed ora… Buon Allenamento!

David Bertoli Personal Master Trainer – Online Coach –Nutritional Sport Consultant – Lifestyle & Wellness Coach – Health Coach.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo sui social
Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Leggi anche...

Indice Glicemico VS Carico Glicemico.

Indice Glicemico VS Carico Glicemico. Che cos’è l’indice glicemico (IG) di un alimento? David Bertoli Personal Master Trainer – Online Coach –Nutritional Sport Consultant – Lifestyle & Wellness Coach – Health Coach. L’indice glicemico è un parametro elaborato agli inizi degli anni ’80 dal prof. Jenkins dell’Università di Toronto che classifica

Online Coaching & Personal Training

Online Personal Coaching & Personal Training David Bertoli Personal Master Trainer – Online Coach –Nutritional Sport Consultant – Lifestyle & Wellness Coach – Health Coach. Se cerchi una figura esperta, affidabile e competente, che possa aiutarti e supportarti anche a distanza per migliorarti sotto più punti di vista, questo è il servizio

La Quercitina, importante polifenolo utile per articolazioni, supporto antiossidante, antinfiammatorio organico e intestinale.

La Quercitina. David Bertoli Personal Master Trainer Faenza – Nutritional Sport Consultant – Lifestyle & Wellness Coach – Health Coach. La quercitina è un polifenolo appartenente alla classe dei bioflavonoidi, abbondantemente presente in natura in numerose fonti di origine vegetale. E’ una molecola nutraceutica presente in diversi alimenti come il

Scroll to Top